Perchè le mandorle fanno bene alla nostra salute?

I benefici delle mandorle e cosa accade al corpo

Le mandorle fanno bene al nostro corpo e alla nostra salute in generale, al cuore, al fegato e alla nostra pelle. Ma cosa sono e come è possibile tutto questo?

La mandorla è un seme ad alto contenuto calorico che contiene il 50% dei lipidi, quindi “grassi buoni”, oltre naturalmente a contenere sali minerali e vitamine fondamentali per il benessere del nostro organismo.

Perchè mangiare le mandorle? Perchè contengono sali minerali quali ferro, calcio, magnesio e potassio e la vitamina in particolare la vitamina E che come vedremo in seguito è un potentissimo antiossidante.

Le mandorle sono ricche di antiossidanti

La frutta secca ha tante proprietà benefiche ma le mandorle in particolare sono l’alleato più prezioso per la nostra salute. Ricche di magnesio, fosforo, calcio, potassio, ferro, e vitamina E, contrastano l’invecchiamento cellulare, sono ricche di fibre, riducono il senso di fame e anche se sono molto caloriche, assorbono solo il 10-15% dei grassi. Abbassano la pressione, aumentano il metabolismo e rafforzano il sistema immunitario.

La mandorla è una riserva di antiossidanti: grazie alla vitamina E ci aiuta a rallentare l’invecchiamento cellulare e a combattere i radicali liberi. Come tutta la frutta a guscio, limita la produzione di colesterolo “cattivo” nel sangue (LDL), mentre per l’alto valore energetico e di ferro e magnesio, mangiare mandorle ci permette di ricaricare le energie… fisiche e mentali.

Le mandorle possono aiutare con il controllo della glicemia

Le mandorle sono salutari per la maggior parte delle persone, sono particolarmente buone per i soggetti diabetici, avendo la capacità di ridurre l’aumento di glucosio (glicemia) e livelli di insulina dopo i pasti

Le mandorle riducono l’ipertensione

L’assunzione delle mandorle in una dieta giornaliera determina notevoli benefici al corpo in quanto combatte l’aumento della pressione arteriosa nelle giuste quantità e abbassa il colesterolo “LDL ” (cattivo) liberando le pareti arteriose. Infine impedisce anche la coagulazione di sangue migliorando così il flusso ematico.

Le mandorle fanno bene al cuore e prevengono le malattie cardiovascolari

Le mandorle fanno parte dell’alimentazione quotidiana di milioni di persone. E oltre ad essere buone sono anche un toccasana per la salute.

I grassi monoinsaturi, le proteine e il potassio contenuto nella mandorle sono strumentali alla salute del cuore. La vitamina E è un efficace antiossisante e riduce il rischio di malattie cardiache, mentre il magnesio contribuisce a evitare gli attacchi di cuore.

Le mandorle contribuiscono a ridurre l’impatto della proteina C-reattiva, che provoca l’infiammazione delle arterie. Sono anche una grande fonte di acido folio, contribuendo così alla riduzione del livello di omocisteina, che causa l’accumulo di placche di grassi nelle arterie. I flavonoidi contenuti nella buccia inoltre, combinandosi con la vitamina E, formano un potente scudo contro i danni della parete arteriosa.

Le mandorle rinforzano denti, ossa e combattono l’anemia

l Calcio in esse contenuto le rende un alimento ideale per quanti siano affetti da osteoporosi e per il buon mantenimento dei denti. Le mandorle inoltre sono antianemiche. Il buon contenuto di Ferro fa delle mandorle delle buone alleate in caso di anemia sideropenica.

Mandorle fresche proprietà sulla pelle

Bastano due porzioni da 30 grammi al giorno per ridurre larghezza e gravità delle rughe. Le mandorle sono ricche di vitamina E e forniscono acidi grassi essenziali e polifenoli oltre a una serie di altre vitamine e minerali essenziali.

Mandorle:  rimedio per colesterolo, diabete e molto altro

Anche i diabetici – pazienti che solitamente devono fare i conti con numerose restrizioni alimentari – possono mangiarle e anzi, secondo alcune ricerche, i vantaggi che ne trarrebbero sarebbero superiori rispetto a quelli provati dalle persone sane.

Mangiare mandorle fa diminuire il colesterolo. Il merito è delle proprietà antiossidanti, la cui presenza era già nota. Per la prima volta, però, uno studio condotto da enti di ricerca canadesi e californiani, pubblicato sul Journal of Nutrition, ne ha confermato gli effetti benefici su persone con elevati livelli di colesterolo.

Mandorle: quante mangiarne e come usarle

Quando mangiare le mandorle?

Quando mangiare le mandorle nell’arco della giornata? Quando vogliamo nutrire organi molto importanti per noi come per esempio il cuore perchè va a nutrire le cellule cardiache mantenendo in buono stato di salute il cuore, quindi, riducendo il rischio di malattie cardiovascolari. 

Le mandorle sono anche importantissime per la pressione in quanto sono in grado di regolarizzarla e sono altresì importanti per la salute delle ossa e dei denti, sono in grado di abbassare il colesterolo cattivo e di aumentare quello buono. La mandorla è anche un buon antinfiammatorio, riduce il senso di fame, è importante per regolarizzare il transito intestinale e infine, è importante perchè va a stimolare le ricariche energetiche, dandoci quindi tanta energia.

Sono anche molto caloriche, quindi il consiglio è quello di mangiarle in modo oculato, dalle 7 alle 10 mandorle al giorno.

Le mandorle nella dieta di ogni giorno

Le mandorle appartengono alla categoria dei “grassi insaturi”. Questi hanno la caratteristica principale di non essere assimilati dal corpo come grassi di deposito, bensì la presenza farà mobilitare gli stessi grassi di accumolo che inizieranno ad essere smaltiti. Questo meccanismo avviene in particolare in un soggetto che fa un minimo di attività sportiva.

In cosa consiste il meccanismo? Il tuo corpo deve avere sempre sotto controllo la presenza di grassi, proteine e carboidrati.

L’introduzione di grassi insaturi (puri) nell’alimentazione significa trattenerli per un attimo e appena assimilati iniziare a smaltire quelli di deposito, soprattutto su cosce, fianchi e pancia, naturalmente con un metodo di allenamento specifico. Inoltre, la particolare struttura chimica dei grassi insaturi li rende particolarmente digeribili dal nostro organismo e la massiccia presenza della vitamina E (la mandorla) limita il processo di ossidazione, rendendola un piccolo integratore antiossidante per il dimagrimento.

Diamo per scontato che l’introduzione di questo tipo di grasso nell’alimentazione deve essere proporzionata alla percentuale di grasso corporeo e soprattutto al quantitativo di carboidrati ingeriti. Mangiare ad esempio 200 grammi di pasta e aggiungere 20 mandorle a pasto, non significa dimagrire. L’ideale è mangiare dalle 7 alle 10 mandorle al giorno e associarle ad una sana e corretta alimentazione.

Cosa succede se mangi mandorle tutti i giorni?

E’ stato dimostrato che il consumo giornaliero di mandorle e noci fanno bene alla salute. Le mandorle sono un vero miracolo per aiutarti a perdere peso perchè  abbassano il livello di grasso nel corpo, inoltre vi danno anche un senso di sazietà, quindi non ci sarà più il rischio di abbuffate.

Ma come inserire le mandorle nell’alimentazione di tutti i giorni?

Conviene mangiare mandorle facendo uno spuntino tra i pasti. Ma i benefici non li vedrete subito, bisognerà avere pazienza. Nel giro di alcuni mesi sicuramente inizierete a riscontrare i benefici sulla vostra salute.

Mandorle: controindicazioni ed effetti collaterali

Chi deve prestare attenzione alla linea deve consumarne poche perché son molto caloriche e contengono un’alta percentuale di lipidi. Inoltre si deve fare attenzione alle mandorle amare che contengono acido cianidrico.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Blog Magazine Web