Tatuaggio sulle cicatrici: tutto quello che c’è da sapere

I tatuaggi sono un modo per esprimere la propria personalità e conservare ricordi incisi sulla propria pelle. Ma al giorno d’oggi la tecnica del tatuaggio viene utilizzata per coprire le cicatrici, in modo da nascondere un doloroso ricordo facendolo nascere sotto una nuova veste.

Ma tatuarsi al di sopra di una cicatrice è pericoloso? Sempre più persone sono interessate a questa pratica, ma occorre rivolgersi a dei professionisti del settore così che il lavoro venga svolto nei migliori dei modi.

Realizzare un tatuaggio sulle cicatrici è possibile ma ci sono delle condizioni che devono essere necessariamente rispettate.

Analizziamo dunque in questo articolo le caratteristiche per svolgere al meglio un tatuaggio su una cicatrice e quali fattori bisogna tenere in considerazioni prima di realizzare il tatuaggio.

Come si copre una cicatrice con un tatuaggio?

Un tatuaggio un disegno permanente realizzato sulla propria pelle, dunque prima di realizzarlo è importante essere molto sicuri del passo che si sta per compiere.
Vediamo dei consigli e fattori da considerare prima di realizzare un tatuaggio sopra una cicatrice:

  • prima di realizzare un tatuaggio sopra una cicatrice a prescindere dalle sue dimensioni, occorre che il processo di cicatrizzazione sia completato. In genere questo ha una durata che va dagli otto ai dodici mesi;
  • quando si va a coprire una cicatrice è bene sapere che il tatuaggio non la nasconderà del tutto, ma la renderà quasi invisibile. Utilizzando al meglio i colori inoltre si potrà avere l’impressione che questa sia maggiormente coperta, per questo è fondamentale rivolgersi ad un professionista del settore, che sappia consigliare al maglio;
  • rivolgersi ad un tatuatore riconosciuto e che abbia svolto dei corsi accreditati, se lo si ritiene ocpportuno si può anche chiedere un consulto ad un dermatologo;
  • evitare qualsiasi scritta o disegni tribali, poiché le forme geometriche o troppo precise non sono l’ideale per una copertura ottimale. Sono da preferire i disegni più astratti, i fiori o le figure strutturate;
  • la pelle nella zona della cicatrice tenderà a trattenere il coloro in modo differente, dunque in questa parte in cui le linee possono risultare meno definite, potrebbe essere indispensabile una seconda applicazione dei colori.

Tatuaggio sulle cicatrici: una scelta sicura

Dal punto di vista medico, tatuare una cicatrice dopo svariato tempo dall’evento scatenante, non è pericoloso. Infatti il fattore principale da rispettare è proprio il tempo che occorre rispettare, almeno otto o dodici mesi a seconda della grandezza della cicatrice.

Secondo i tatuatori però bisogna precisare che i tatuaggi non possono essere eseguiti su un ‘cheloide’, ovvero una cicatrice che risulta in rilievo rispetto alla cute. Questo perché non sarebbe una scelta esteticamente bella da vedere.

Ci sono particolari cicatrici come quelle da ustione, che non sempre possono essere coperte, poiché i bordi e la profondità della cicatrice è spesso irregolare.
Prima di eseguire un tatuaggio su una cicatrice è indispensabile fare una visita preventiva, così da ispezionare la zona e valutare insieme al professionista quale scelta percorrere.

Comunque in questi casi, potete cliccare qui, per vedere come vengono trattate nella maggior parte dei casi,

Anche la scelta del disegno è molto importante, poiché come abbiamo visto, le scritte e le forme tribali è meglio non tatuarle sopra una cicatrice. I tatuatori consigliano più fiori come le rose che sono ben strutturate e non regolari, oppure altre tipologie di disegno.

In ogni caso è bene affermare che non esistono rischi nel realizzare un disegno su una cicatrice. Le uniche problematiche che potrebbero insorgere sono legate alla scelta dei colori, in quanto nella zona con la cicatrice le linee e i colori potrebbero apparire meno definiti.

Inoltre l’abilità del tatuatore gioca un ruolo fondamentale, non solo nel realizzare il disegno ma anche nella scelta di tutti i dettagli per fa sì che venga realizzato un lavoro ottimale.
In ogni caso occorre precisare che eseguire un tatuaggio per lo solo scopo di coprire una cicatrice, potrebbe non essere una scelta indicata. Questo perché il tatuaggio potrebbe non piacere alla persona stessa, e dunque non accettarlo con il tempo.

Ragionare in modo meticoloso prima di prendere questa decisione, ricordando in ogni caso che se si vogliono eliminare le cicatrici, al giorno d’oggi esistono dei metodi differenti rispetto a dieci anni fa, infatti in questo settore si sono fatti innumerevoli passi avanti, recuperando la pelle in modo quasi perfetto.

Tatuaggi sulle cicatrici e smagliature

I tatuaggi possono essere un ottimo modo non solo per coprire le cicatrici ma anche sulle smagliature, questo la smagliatura in sé è una piccola cicatrice della pelle che avviene quando la cute subisce dei cambiamenti repentini.

Possono essere realizzati tatuaggi anche sulle cicatrici chirurgiche senza nessuna difficoltà, occorre solamente scegliere il disegno e i colori da realizzare in base alla dimensione e tipologie di cicatrice.

Una delle cicatrici più complesse da coprire sono appunto quelle in rilievo, in quanto il risultato del tatuaggio potrebbe essere antiestetico e non molto regolare. In questi casi si consiglia di lavorare sulla cicatrice utilizzando metodi alternativi per la sua eliminazione.

Infine, si potrebbero riscontrare delle difficoltà con i tatuaggi sulle cicatrici da ustione, queste sono generalmente con dei bordi molto irregolari e una profondità differente per tutta la grandezza della cicatrice.

In questi casi sarà il tatuatore a verificare la cicatrice e decidere quale sia la scelta migliore da percorrere.

Conclusioni finali: il tatuaggio sulle cicatrici è una valida scelta?

In conclusione possiamo affermare che sì, realizzare un tatuaggio su una cicatrice è un ottimo modo per coprirla e per far sentire meglio la persona.

Ci sono dei casi molto particolari in cui il tatuaggio viene utilizzato per ricreare il capezzolo eliminato in seguito all’intervenendo chirurgico per combattere il cancro al seno.

In questi casi ci accorgiamo di quanto una pratica puramente estetica come quella dei tatuaggi, possa aiutare la vita delle persone, facendole sentire più sicure e felici del proprio corpo.

Il tatuaggio è bellissimo ma molto volte ci stufiamo e vogliamo nasconderlo o cambiarlo. Il consiglio è quello che per coprire un tatuaggio occorre andare da un esperto perchè è un’operazione molto delicata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Blog Magazine Web