Ferritina-bassa-in-gravidanza

Alimentazione, Nutrizione

Ferritina bassa in gravidanza: consigli e rimedi

13 Mar , 2022  

Cos’è la ferritina?

Partiamo da una premessa: la ferritina bassa in gravidanza è spesso il primo segnale di una possibile carenza di ferro, un’evenienza comune nelle donne in stato interessante, ma che deve essere trattata con una certa urgenza perche’ può dar luogo ad un’anemia sideropenica, una condizione patologica che può risultare dannosa per madre e feto.

La ferritina è una proteina contenente ferro a sua volta presente nel sangue. Tramite le analisi la ferritina offre informazioni riguardo il tuo organismo. La trovi principalmente nel fegato, nella milza, nel midollo osseo e nei muscoli dello scheletro.

È una proteina in grado di immagazzinare il ferro necessario al tuo corpo. La concentrazione di questa proteina tende a variare in base al corpo di ognuno di noi. Se dalle analisi risulta essere bassa, tende allora ad avere una concentrazione nel sangue relativamente bassa (carenza di ferro).

Se, invece, risulta essere alta è evidente la presenza di qualche malattia che provoca un eccessivo immagazzinamento del ferro. Specialmente nella gravidanza la ferritina gioca un ruolo importante. Vediamone le motivazioni.

Ferritina bassa durante la gravidanza: cause ?

Come già ti ho accennato, i valori di ferritina, dopo un accurato esame del sangue, sono estremamente importanti quando una donna si trova in uno stato di gravidanza. Serve monitorarne i parametri biologici, la composizione sanguigna e urinaria costantemente per garantire uno sviluppo equilibrato del feto e se ci sono problemi individuarli immediatamente per essere pronti a risolverli.

Nel caso in cui i valori della proteina in questione risulti essere bassa, al di sotto di 10 g/dL, la donna viene colpita da anemia, una condizione abbastanza comune tra le donne incinte. Questo perché il fabbisogno di ferro tende a salire non di poco, soprattutto nel secondo e nel terzo trimestre, in quanto il bambino ne sottrae buona parte alla madre.

Cause di ferritina bassa sono dovute a gravidanze di gemelli (più sono i bimbi più ferro se ne necessita), placenta previa he provoca purtroppo emorragie, emodiluizione e la presenza di fibromi uterini che tendono a causare alcune piccole perdite di sangue.

Rischi provocati dalla ferritina bassa in gravidanza

Quando il livello di ferritina nella donna incinta è particolarmente basso, questo porta ad un deficit nell’assorbimento dell’ossigeno da parte del sangue (quando l’emoglobina trasporta ossigeno, fondamentale in ogni organismo).

Un’ossigenazione sbagliata del piccolo può dare vita a rischi particolari quali:

  • diminuzione del peso del corpo del nascituro
  • sviluppo di alcune delle patologie cardiovascolari
  • dimensione del cranio inadeguata
  • crescita cerebrale del piccolo rallentata
  • depressione post-partum da parte della madre

 

Alcuni studi hanno persino confermato che una carenza di ferro eccessiva durante la gestazione possa provocare un rapporto distaccato tra mamma e bimbo.

Rimedi contro la ferritina bassa e l’anemia

Ferritina bassa durante la gravidanza indica senza ombra di dubbio anemia nella donna che interferisce con l’ossigenazione del bambino portando a conseguenze serie e dannose per lo sviluppo del feto.

Ecco perché la prima cosa che un’azienda ospedaliera fa è quella di porre dei rimedi alla carenza di ferro. Il medico in questione consiglia di avere un giusto equilibrio di ferro nel corpo tramite una mirata e corretta alimentazione prescrivendo di assumere integratori. Il ferro lo puoi trovare ovunque.

Ad esempio:

  • nella carne rossa
  • nella selvaggina
  • nella frutta secca
  • nel pesce (come la sogliola, il merluzzo e tanto altro)
  • verdure a foglia verde (spinaci)
  • uova
  • cereali
  • legumi

Insieme a questo tipo di alimentazione è fortemente raccomandato per una donna assumere anche un’altra alimentazione, ricca di vitamina C, favorendone pertanto l’assorbimento a livello intestinale del ferro.

Altra sostanza che contrasta fortemente l’anemia durante la gravidanza è l’acido folico. Questo aiuta la sintesi dell’emoglobina affiancando l’attività del ferro nel sangue.

Opinioni dal web

Sono tantissime le donne che prima di prendere la decisione di fare un figlio col partner o proprio durante la gravidanza cercano sul web tante altre opinioni a riguardo da parte di chi magari ha già affrontato questo tipo di problema.

Naturalmente alcune donne hanno fatto chiaro riferimento a questa situazione, dichiarando che ne hanno sofferto e che una volta avvertiti i primi sintomi, capendo che c’era qualcosa che non andava, hanno successivamente eseguito delle analisi per essere poi consci di avere una ferritina abbastanza bassa.

Il consiglio di molte mamme è quello di stare sereni perché l’ansia non fa altro che alimentare la paura nella futura mamma, e che comunque le soluzioni ci sono. Il medico sa cosa fare e seguirà la donna in ogni momento della sua gravidanza. L’essere in attesa per una donna è un momento felice e va vissuto come tale.

Ecco, dunque, perché i consigli, e quindi non solo i rimedi, sono sempre utili e molto apprezzati. Per avere delle idee chiare, ti consiglio di leggere questo articolo su https://www.salutarmente.it/analisi-del-sangue/ferritina-bassa-in-gravidanza.

Consigli

Il medico, a favore della donna incinta, sconsiglia vivamente di assumere prodotti che provochino il contrario di una dieta equilibrata per aumentare il ferro al livello giusto. Da evitare, quindi, il caffè, cibi ricchi di calcio (latte o derivati), tè o altri cibi che siano ricchi di fibre.

Ovviamente per monitorare la situazione durante la gravidanza per dare possibilità alla mamma e al bimbo di non avere complicazioni, è necessario rivolgersi ad un medico curante o ad un ginecologo. Il tutto, come già detto più volte, per garantire una giusta dose di ferritina nella madre ed un corretto sviluppo del bambino.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *