Dolore all’inguine: come prevenirlo e curarlo in modo efficace

Dolore all’inguine: cause scatenanti, consigli e rimedi

Il dolore all’inguine è una problematica molto diffusa che colpisce sia uomini che donne a prescindere dall’età, e si tratta di un dolore circoscritto nella zona tra il bacino e la coscia.

Si può iniziare ad avvertire questo dolore inguinale in modo improvviso senza una causa apparente, inoltre in alcuni casi potrebbe spostarsi verso la gamba, spesso è causa di una possibile ernia inguinale o un’appendicite in corso.

In ogni caso si consiglia di non sottovalutare questo dolore e procedere sempre a contattare il proprio medico di fiducia, poiché è meglio intervenire in modo tempestivo per arginare il problema.
Analizziamo in questo articolo quali sono le cause che possono comportare il dolore inguinale, qual è la cura e come prevenirlo.

Quali sono le cause che comportano il dolore all’inguine?

Occorre precisare che il dolore all’inguine si può avvertire a destra oppure a sinistra in modo distinto, in base alle cause, ma in una misura prevalente si può affermare che è più comune il dolore all’inguine destro.

I fattori scatenanti dell’infiammazione all’inguine destro possono essere diverse tra loro, questo è generato da un problema ai tendini, alle articolazioni oppure dall’insorgere dell’ernia inguinale.

Fondamentalmente possiamo suddividere le cause del dolore all’inguine in tre macro categorie: cause muscolari e cause viscerali. Analizziamole nel dettaglio elencando i fattori scatenanti più comuni delle fitte all’inguine.

Cause del dolore all’inguine di natura muscolare

La prima categoria è quella legata alle cause di natura muscolare, e tra le più importanti è bene citare:

la pubalgia: si tratta di una patologia dovuta da dei piccoli traumi ripetuti dei muscoli retti addominali oppure adduttori. Il movimento in questo caso è molto difficile, il dolore acuto e decisamente presente. Soffrono maggiormente di questa problematica coloro che mantengono costantemente una postura scorretta e gli sportivi come i tennisti, calciatori o fantini;

l’infiammazione dei muscoli dell’addome: l’addome possiede molteplici muscoli, alcuni anche molto sensibili. Infatti nel caso in cui questi siano compromessi possono causare il dolore all’inguine, come ad esempio durante la gravidanza, sindrome del colon irritabile, allergie o stitichezza;

la frattura del femore: si tratta dell’osso più grande del nostro corpo umano, in caso di frattura l’osso posizionato nella coscia causa forti fitte all’inguine;

l’osteite del pube: si tratta di una particolare infiammazione che comporta forti dolori nella zona del basso ventre o nell’inguine;

contrattura o infiammazione del muscolo ileopsoas: questo muscolo è quello che ha la funzione di sostenere in profondità l’anca e la schiena, nel caso di contrattura o infiammazione, causa un dolore intenso all’altezza dell’inguine;

l’artrosi all’anca: si tratta di una malattia che comporta la degenerazione della membrana che riveste l’articolazione, comporta dolori inguinali ma anche lombari e in tutta la coscia.

Cause del dolore all’inguine di natura viscerale

Nel caso dolore all’inguine causato da fattori di natura viscerale, questi possono essere prevalentemente:

l’ernia inguinale: è sicuramente una delle patologie maggiormente colpite, soprattutto negli uomini di tutte le età, ed è una delle cause del dolore all’inguine destro dell’uomo o sinistro. Si tratta di un cedimento del muscolo dell’inguine e in quest’area tende a riversarsi l’intestino, visibile anche a occhio nudo come una piccola difformità.

– il varicocele: è insieme all’ernia una delle cause che comporta il dolore all’inguine sinistro degli uomini o destro, ed è un problema che riguarda i vasi sanguigni dei testicoli;

– l’appendice: è una piccola zona che si trova nei pressi dell’intestino crasso ed è indispensabile per il nostro organismo, questa patologia riguarda sia uomini che donne e il dolore all’inguine destro si irradia in tutta la gamba;

– i calcoli renali: sono dei sassolini molto piccoli che crescono nelle vie urinarie e comportano processi infiammatori e dolore acuto.

Come prevenire il dolore inguinale

Come abbiamo visto il dolore inguinale può essere causato da innumerevoli fattori molto differenti tra loro. Nel caso di patologie di natura viscerale prevenire questo dolore risulta assai complicato.

Se le fitte all’inguine invece sono causate dai fattori muscolari è importante prestare attenzione ai movimenti che si eseguono durante la giornata e a effettuare un buon riscaldamento prima dell’allenamento.

Quando si devono eseguire degli esercizi infatti è indispensabile non procedere ‘a freddo’, ma riscaldarsi in modo adeguato così da preparare i muscoli alla sessione di allenamento.

In commercio esistono inoltre delle fasce contenitive per l’inguine, da utilizzare nel caso di esercizio sotto sforzo. Le contratture all’inguine sono molto comuni, per questo occorre prestare attenzione a questa zona e non sottovalutarla.

Come curare il dolore all’inguine

Il dolore inguinale va trattato in base alle patologie che lo hanno causato. Spesso si può avvertire dolore all’inguine in gravidanza, dolori al basso ventre, dolori dopo una corsa o dopo un allenamento in palestra.

Se il dolore all’inguine è causato da fattori muscolari il nostro consiglio è quello di eseguire un riposo assoluto, inoltre è bene posizionare sulla zona dolorante del ghiaccio così da bloccare l’infiammazione.

Inoltre appena si avverte bruciore all’inguine, interrompere gli allenamenti per non rischiare di aggravare la situazione.

Ridurre la contrattura muscolare è molto importante per alleviare la tensione e sciogliere il muscolo, per eseguire la decontrazione occorre rivolgersi ad un professionista del settore come un fisioterapista, che sappia svolgere in modo preciso e sicuro ogni movimento.

Inoltre se questo dolore all’inguine dovesse essere causato da una postura scorretta, si consiglia di migliorare il tono muscolare per rafforzare la zona e proteggere tendini e articolazioni presenti nella zona.

Nel caso in cui il dolore all’inguine dovesse persistere, allora è il caso di rivolgersi ad un medico che possa eseguire gli esami per accertare la causa scatenate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Blog Magazine Web